home  |  il parco ventaglieri  |  come raggiungerlo  |  mappa  |   storia del parco sociale  |  le cose fatte e dette  |   pratiche participative

tavolo di gestione  teatro nel verde  |  il carnevale a montesanto  |  le piazze dell'economia solidale  |  la cittadella dei bambini | video  |  link  |  contatti

         
     
   

 

 

tavolo di gestione del 7 marzo 2012

 
 

 

 
 

 

Verbale del Tavolo di gestione del Parco Ventaglieri del 7 marzo 2012

 

 

 Condividi

 
 
 

 

 

TAVOLO DI GESTIONE DEL PARCO SOCIALE VENTAGLIERI, 7 marzo 2012

Presenti:

per la II Municipalità_Presidente F. Chirico, arch. Ghezzi, dott. Ciancio;

per il personale Giardinieri_coordinatore Parmiggiano e delegazione giardinieri;

per il personale Guardiani_coordinatore Coop.25giugno e delegazione guardiani;

per le associazioni_CoordinamentoParcoSocialeVentaglieri (CPSV), Damm, un abitante.

Argomenti trattati:

  1. Obiettivi e significato del tavolo: stare insieme a discutere di problemi e possibili soluzioni riguardanti un luogo che si considera un “bene comune”; sperimentare la gestione partecipata di un luogo;

  2. Difficoltà economiche e organizzative: molte delle carenze riscontrate nella cura e manutenzione del parco sono dovute a mancanza di fondi e a difficoltà organizzative oggettive;

  3. Segnalazione guasti e pericoli: perdita di acqua, scollamento muro di tufo all’ingresso del parco;

  4. Passaggio dal Comune alle Municipalità: il decentramento di competenze dal Comune centrale alle Municipalità di fatto non è ancora avvenuto e questo causa tantissimi problemi di gestione;

  5. Scale mobili: riapertura al pubblico prevista per fine aprile (a detta del dirigente del Servizio Infrastrutture Ing. Di Marino) con apertura e chiusura e pulizia affidate alla NapoliServizi;

  6. Organizzazione e gestione area compost: necessità di trovare un’efficace organizzazione del lavoro di potatura e triturazione dei materiali; all’attualità l’esperimento sta andando male; necessità di trovare insieme alla cittadinanza attiva una nuova modalità di gestione; dopo soli 3 mesi i residui delle potature, tritati e accumulati sotto un telo di plastica, hanno prodotto un profumatissimo terriccio;

  7. Individuazione area-cani: proposta per l’utilizzo di un terrazzamento (sotto la fontana) come area sgambettìo dei cani, con apertura e chiusura quotidiana a cura del personale della coop.25giugno (vigilanza del parco);

  8. Utilizzo spogliatoi: viene presentata una richiesta formale dell’Associazione Parco Sociale Ventaglieri per l’utilizzo (fino a luglio 2012) degli spogliatoi, antistanti il campetto di calcio della parte bassa del parco, nell’ambito del progetto sostenuto dalla Fondazione Banco Napoli per l’Assistenza all’Infanzia “Montesanto: cittadella dei bambini”; tale utilizzo non è da intendersi come esclusivo;

  9. Utilizzo di un’aiuola a fini didattici-educativi: viene presentata una richiesta formale dell’associazione di genitori e bambini MAMMamà per l’utilizzo di un’aiuola nella parte alta del parco a fini didattici-educativi; le attività saranno aperte a tutti i bambini che frequentano il parco; l’idea è accolta favorevolmente e con entusiasmo anche dalla coop.25giugno.

Impegni presi (si confermano quelli presi durante il primo incontro del Tavolo, e si aggiungono i punti 6-9):

  1. Confronto tra Municipalità e NapoliServizi per il servizio spazzamento, sospeso da metà dicembre e assolto spontaneamente dalla coop.25giugno;

  2. Ufficializzazione del Tavolo di Gestione Partecipata del Parco Sociale Ventaglieri con un atto formale della Municipalità;

  3. Richiesta da parte della Municipalità di una fornitura di cestini e contenitori per la raccolta differenziata nella parte bassa del parco a carico dell’Asia dopo l’assicurazione dello svuotamento;

  4. Discussione della Bozza di Regolamento Partecipato del Parco Sociale Ventaglieri proposta dal CPSV e approvazione di un Regolamento espressione del Tavolo;

  5. Miglioramento della comunicazione tra Associazioni, Istituzione (Presidente, Dirigenti e Coordinatori) e Lavoratori addetti sul posto attraverso la consegna diretta della posta presso la sede della Municipalità di piazza Dante;

  6. Organizzazione dell’evento di inaugurazione delle Scale Mobili a cura delle Associazioni;

  7. Pulizia area compost a cura del personale Giardiniere e messa a punto di un calendario di appuntamenti per procedere alla sistemazione dello spazio e alla triturazione in giornate di lavoro che tengano insieme giardinieri e cittadini;

  8. Pulizia, sfalciamento erbacce e sistemazione terrazzamento destinato ad area-cani a cura del personale Giardiniere;

  9. Inizio del Progetto “Montesanto: cittadella dei bambini” a cura dell’Associazione Parco Sociale Ventaglieri con l’utilizzo degli spogliatoi.

Attività in calendario:

  • 17 marzo: dalle 10.30, parte alta del parco, PES Mercatino del biologico; anfiteatro, spettacolo di Burattini presentato dall’Ass.Maestri di Strada e organizzato dal Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri.

Resoconto dettagliato dei singoli interventi:

Apre la riunione Francesco Giannino del CoordinamentoParcoSocialeVentaglieri (CPSV): evidenzia come sia già un grande successo tenere insieme tutti al secondo appuntamento, perché parlare, confrontarsi è sicuramente più efficace di scrivere lettere. Fa un po’ il punto di ciò che è avvenuto durante il mese.

Il VII Carnevale di Montesanto ha riscontrato grande successo, il raduno del Martedì Grasso è stato anche un’altra bella occasione per far conoscere il parco Ventaglieri a tante persone nuove (i complimenti di tutti vanno ai giardinieri e ai guardiani per il loro impegno quotidiano).

Chiede notizie sul problema della sospensione della turnazione e riceve conferma dai giardinieri che, in attesa di una generale rimodulazione degli orari di lavoro di un po’ tutti i servizi del Comune di Napoli, ad oggi restano 2 turni di lavoro, uno di mattina ed uno di pomeriggio; tutte le attività pomeridiane che si svolgeranno nel parco potranno avere, laddove necessario, il supporto del personale giardiniere addetto.

Sergio Bizzarro_CPSV: chiede notizie rispetto alla data e alle modalità di apertura delle Scale Mobili e riceve rassicurazioni dal Presidente che, a seguito di un colloquio avuto con l’ing. Di Marino del Servizio Infrastrutture, comunica che la riapertura al pubblico dell’impianto è programmata per fine aprile con la gestione (apertura e chiusura, e pulizia) affidata alla NapoliServizi.

Mariano_coop. guardiani: la presenza continua nel parco e l’istallazione di adeguati cartelli, hanno in parte dato una buona risposta al problema “cani”. Viene proposto al Tavolo di destinare il terrazzamento, posto al di sotto dell’area “fontanella”, ad area dedicata ai cani, in cui il cane potrà essere lasciato senza guinzaglio e museruola; ovviamente alla rimozione degli escrementi dovranno provvedere i padroni dei cani. Tutti i presenti sono d’accordo. Lo spazio è chiuso da un cancello con lucchetto, le cui chiavi sono andate perse: si deve pertanto procedere al taglio del lucchetto e alla sua sostituzione. In settimana i giardinieri provvederanno alla pulizia dello spazio e all’abbattimento di un albero da tempo ormai secco.

Tutte le chiavi di tutti i cancelli presenti nel parco sono da questo momento affidate alla coop. 25giugno.

Francesco Giannino_CPSV: fa un po’ il punto sull’area compost. È sotto gli occhi di tutti che, nonostante la natura abbia fatto il suo lavoro trasformando in 3 mesi rametti e foglie in un ottimo terriccio (che sarà presto analizzato dal dipartimento alla facoltà di Agraria), l’organizzazione di potatura e trituratura non va bene: gli sfalci continuano ad essere accumulati senza essere contestualmente triturati, e l’area si presenta come una sorta di discarica di rifiuti, naturali, ma comunque una discarica, e pertanto il cerchio naturale di trasformazione non si chiude. Dopo l’avvio del progetto, con la fase necessaria di accompagnamento e dimostrazione, l’esperimento doveva diventare consuetudine, una normale modalità operativa.

È importante informare tutti che in un comune in provincia di Bologna “si litiga” per accaparrarsi i rifiuti verdi di sfalci e potature e destinarli ad un impianto di biomasse o di compostaggio: questo tipo di rifiuto è considerato una preziosa risorsa.

Giardinieri: le difficoltà sono oggettive perché mancano le risorse per comprare la benzina, non solo per il biotrituratore ma anche per tutti gli attrezzi che vengono utilizzati quotidianamente, e non solo nel parco Ventaglieri. Servirebbero almeno 20 litri di benzina/settimana.

Presidente_ II Municipalità: chiede che sia rispettata la programmazione stabilita con l’ordine di servizio di utilizzare il biotrituratore una volta a settimana e solo per il parco Ventaglieri.

Dott. Ciancio_II Municipalità: sottolinea che nel passaggio delle competenze alla Municipalità tutto è più complicato, anche le richieste della benzina; c’è l’impellente necessità di almeno 2 mezzi propri della Municipalità, uno per il servizio Giardini e uno per il servizio Fognature; con la ZTL hanno il permesso a circolare esclusivamente i mezzi del Comune ed è molto complicato avere i permessi per i mezzi privati di cui comunque molti dei lavoratori si servono (vedi per esempio il camioncino del coordinatore dei giardinieri).

Francesco Giannino_CPSV: dopo una breve consultazione, propone, a nome della cittadinanza attiva presente al Tavolo, di continuare sostenere la gestione dell’area compost organizzando due giornate di lavoro congiunto (cittadini e giardinieri) e partecipando alle spese per la benzina e l’olio necessari. Sarà proposto al più presto alla Municipalità un calendario che tenga insieme le diverse necessità delle parti (un pomeriggio durante la settimana per giardinieri e cittadini, ed un sabato mattina per i soli cittadini). Sarebbe importante anche pulire e organizzare al meglio l’area, anche con cassoni di legno, per utilizzare al meglio gli spazi e distinguere i materiali a seconda della tipologia.

Grazia Pagetta_CPSV: ribadisce che il tavolo di gestione persegue una finalità "politica" che è in primis l'accorciamento delle distanze tra amministratori e amministrati e una finalità operativa attraverso il confronto sulle attività necessarie e anche sulle priorità d'intervento, è un’occasione importante per incidere fattivamente sulle condizioni del parco; ma che ognuno ha un ruolo e delle responsabilità e soprattutto degli impegni da prendersi e da portare avanti: la cittadinanza come la municipalità, i servizi, i singoli lavoratori sono un pezzo indispensabile nell'ingranaggio di questo processo. Fa notare che i membri del coordinamento sono sempre pronti a proporre soluzioni e ad accollarsi personalmente iniziative e responsabilità, ma tutti devono impegnarsi in questa esperienza, quindi bisogna rimboccarsi le maniche oppure se non si è in grado di garantire efficienza, organizzazione e disponibilità è meglio dichiarare il fallimento del confronto istituzione-cittadinanza.

Giardinieri: ritengono di poter procedere venerdì 9 marzo (dopo 2 gg) alla pulizia dell’area, con l’ eliminazione delle potature più grosse, avendo a disposizione in quella data e come ogni venerdì del camion. A seguito della pulizia si potrà organizzare al meglio l’area secondo un progetto condiviso con il coordinamento.

Il prossimo incontro del Tavolo è fissato per il giorno mercoledì 18 aprile ore 13.30 al parco Ventaglieri.

 

Verbale a cura di Grazia Pagetta del Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri

Il Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri ad oggi è costituito da: associazione di cittadinanza attiva ForumTarsia,  Centro Comunale EtaBeta, Centro di Educativa Territoriale Fabozzi, associazione di promozione sociale MAMMAmà.

 
 
     
   

 

 
     
     

home  | inizio pagina  | webmaster