home  |  il parco ventaglieri  |  come raggiungerlo  |  mappa  |   storia del parco sociale  |  le cose fatte e dette  |   pratiche participative

tavolo di gestione  teatro nel verde  |  il carnevale a montesanto  |  le piazze dell'economia solidale  |  la cittadella dei bambini  | video  |  link  |  contatti

         
     
   

 

 

tavolo di gestione del 2 febbraio 2012

 
 

 

 
 

 

Verbale del Tavolo di gestione del Parco Ventaglieri del 2 febbraio 2012

 

 

 Condividi

 
 
 

 

 

TAVOLO DI GESTIONE DEL PARCO SOCIALE VENTAGLIERI, 2 febbraio 2012

Presenti:

per la II Municipalità_Presidente F. Chirico, arch. Ghezzi, dott. Ciancio;

per il personale Giardinieri_coordinatore Parmiggiano e delegazione giardinieri;

per il personale Guardiani_coordinatore Coop.25giugno e delegazione guardiani;

per le associazioni_CoordinamentoParcoSocialeVentaglieri (CPSV), Damm, un abitante.

Argomenti trattati:

1.Obiettivi e significato del tavolo: accorciare le distanze tra istituzioni, lavoratori e cittadinanza; sperimentare la gestione partecipata di un luogo; confrontarsi su problemi e possibili soluzioni condivise; migliorare la qualità del parco e delle condizioni di lavoro in esso; lavorare e lottare collettivamente;

2.Difficoltà economiche (rischio sospensione turnazioni per i dipendenti del Comune di Napoli), difficoltà ad accedere a progetti/fondi (come il MaggiodeiMonumenti) a causa del passaggio alla Municipalità, assenza di forniture necessarie per i lavoratori (attrezzi, indumenti adatti, benzina etc);

3.Scale mobili: possibile riapertura al pubblico a fine aprile, necessità di mantenere alta l’attenzione, di fare pressione per il ripristino di un servizio indispensabile per grossa parte del quartiere e per la rinascita della parte bassa del parco;

4.Condizioni della parte bassa del parco: difficoltà gestionali (pulizia, presenza guardiani, impossibilità di chiudere il cancello);

Impegni presi:

1.Confronto tra Municipalità e NapoliServizi per il servizio spazzamento, sospeso da metà dicembre e assolto spontaneamente dalla coop.25giugno;

2.Ufficializzazione del Tavolo di Gestione Partecipata del Parco Sociale Ventaglieri con un atto formale della Municipalità;

3.Fornitura di cestini e contenitori per la raccolta differenziata nella parte bassa del parco a carico dell’Asia dopo l’assicurazione dello svuotamento;

4.Discussione della Bozza di Regolamento Partecipato del Parco Sociale Ventaglieri proposta dal CPSV e approvazione di un Regolamento espressione del Tavolo;

5.Miglioramento della comunicazione tra Associazioni, Istituzione (Presidente, Dirigenti e Coordinatori) e Lavoratori addetti sul posto attraverso la consegna diretta della posta presso la sede della Municipalità di piazza Dante;

6.Proposta di attività nella parte bassa del parco a cura delle associazioni con la proposta del CPSV di fare richiesta di uno spazio al chiuso per realizzare laboratori con i ragazzi;

Attività in calendario:

1.16 febbraio: dalle 10.30, anfiteatro, spettacolo di teatro per bambini a cura di MAMMAmà

2.18 febbraio: dalle 10.30, parte alta del parco, PES Mercatino del biologico; anfiteatro, spettacolo di danza a cura del CET della Fabozzi

3.21 febbraio: dalle ore 13.00, parte alta del parco, raduno per la Parata del VII Carnevale di Montesanto a cura del Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri

Apre la riunione il Presidente della II Municipalità con una breve descrizione degli obiettivi e del significato delle riunioni del Tavolo di Gestione: premettendo che quella del Parco Ventaglieri è una delle poche e rare esperienze di partecipazione e confronto reale tra istituzioni, lavoratori ed associazioni che esistono a Napoli, sottolinea l’importanza di occasioni di confronto tra tutti coloro che si occupano secondo competenze diverse del parco. Obiettivo di questo confronto è in generale il miglioramento, delle condizioni lavorative degli addetti alla manutenzione e gestione quotidiana del parco e delle condizioni di vivibilità e fruibilità del parco.

Pasquale_giardiniere: richiama l’attenzione dei presenti sulle difficoltà oggettive del lavoro quotidiano nel parco, come la mancanza di attrezzi, di abiti da lavoro appropriati, di spazi adeguati; anche il problema della revisione della turnazione (riguardante ad oggi tutti i lavoratori del Comune di Napoli) rischia di sottrarre dalle buste-paga dei giardinieri circa 120euro/mese con un conseguente malcontento ed un inevitabile abbassamento della qualità del servizio offerto. Un modo per incentivare comunque il personale potrebbe essere lo straordinario, coinvolgendo alcune unità in iniziative organizzate nei giorni festivi.

Bianca Verde_Damm: ritiene che le attuali buone condizioni del parco siano sicuramente dovute alla presenza di un numero considerevole di giardinieri e guardiani, e che pertanto il personale addetto al parco va salvaguardato e difeso per evitare di ritornare a condizioni di fruibilità difficoltose.

Sergio Bizzarro_CPSV: alla luce di quanto detto finora, evidenzia come questo Tavolo possa essere utile anche per la difesa dei diritti dei lavoratori, ricordando a tutti quanto possa essere più efficace lavorare in un’ottica collettiva, come NOI piuttosto che come IO.

Mariano_coop. guardiani: ricorda che da metà dicembre la NapoliServizi non effettua più lo spazzamento delle aree pavimentate del parco e che tale mansione è stata spontaneamente assolta dalla Cooperativa di cui è coordinatore. Anche con l’appoggio del Presidente, che interpellerà la NapoliServizi a riguardo, ci si augura che il personale quanto meno sia mantenuto se non eventualmente integrato.

Francesco Giannino_CPSV: è pienamente cosciente di tutte le difficoltà che esistono nella gestione quotidiana del parco, non solo da parte dei lavoratori ma anche da parte della cittadinanza da anni attiva nel territorio. È il momento di abbandonare il pessimismo e di unire le forze con spirito propositivo e collaborativo.

Fulvio De Ruggiero_ CPSV: ricorda a tutti i presenti che l’attuale Tavolo deriva dal Decreto Sindacale N.2777 Prot. n. 1026 del 18.04.2006 con oggetto: Istituzione del "Comitato per il coordinamento delle attività per l'utilizzo e la fruizione del complesso del parco Ventaglieri". Tale esperienza, durata qualche anno, viene superata con l’istituzione del Tavolo attuale, che andrebbe ufficializzato con un atto della Municipalità, riconosciuto e magari sostenuto anche a livello centrale in quanto corrispondente,negli obiettivi politici e nelle modalità di attuazione, alle parole d’ordine della nuova amministrazione: qui si fa partecipazione , si cura il bene comune, si difende l’ambiente attraverso il lavoro nel sociale. Insieme bisognerebbe dare molto valore a questa esperienza che vivendo i problemi di ogni giorno, cerca soluzioni condivise.

Angelo_giardiniere: chiede spiegazioni in merito alla perdita del contributo del progetto MaggiodeiMonumenti a seguito del passaggio della gestione del parco dal Comune alla Municipalità.

Arch.Ghezzi_II Municipalità: dopo i corposi budget erogati tempo fa dal comune centrale, bisogna con questo nuovo assetto di gestione cercare un nuovo equilibrio considerando soprattutto il ruolo fondamentale e prezioso del territorio della IIMunicipalità all’interno di un’iniziativa come il MaggiodeiMonumenti.

Maurizio_abitante: con l’obiettivo comune di migliorare, mette in risalto le difficoltà pratiche di gestione della parte bassa del parco. Sottolinea per il miglioramento delle condizioni della zona: il ruolo cruciale del ripristino delle scale mobili, la chiusura notturna e la dotazione di contenitori per la raccolta differenziata.

Mariano_coop. guardiani: in risposta all’intervento precedente, ricorda che la decisione di tenere aperto il cancello della parte bassa si è resa necessaria a seguito di tantissimi danni subiti (colla nei lucchetti, taglio delle sbarre, minacce con la pistola…).

Presidente_ II Municipalità: consapevole del ruolo centrale dell’impianto di scale mobili all’interno della mobilità quotidiana del quartiere e all’interno dell’equilibrio del parco, ricorda che il dott.Pomicino del Servizio Infrastrutture a metà dicembre ha assicurato che per fine aprile, a seguito del collaudo, si procederà alla consegna con l’individuazione di un soggetto gestore. Procederà alla richiesta all’Asia di un certo numero di contenitori per la differenziata, sperando di poter contare su un accordo ad hoc per lo svuotamento o sull’eventuale aumento di personale.

Sergio Bizzarro_CPSV: sui problemi della parte bassa, ricorda un po’ la storia delle decisioni che hanno caratterizzato il luogo. Risale ormai ad una decina di anni fa la decisione, fortemente sostenuta dal ForumTarsia, di chiudere la piazza su vico Lepri ai Ventaglieri con un cancello: ad oggi quella decisione si rivela essere stata chiaramente un errore. Inoltre sulla questione scale mobili, nel 2006, ad inizio lavori, i responsabili prevedevano una durata del cantiere di circa 9 mesi: sono passati 6 anni, le scale sono ancora chiuse e pertanto è necessario assumere come impegno prioritario del Tavolo la pressione per l’apertura dell’impianto che sicuramente contribuirà in maniera decisiva alla rinascita e al miglioramento complessivo della parte bassa del parco.

Francesco Giannino_CPSV: un compito necessario e principale del Tavolo è “prendere impegni”. Nel tempo ci sono state azioni che hanno funzionato, altre che hanno funzionato meno. Propone di discutere nel prossimo incontro la “bozza di regolamento partecipato del parco sociale Ventaglieri” già elaborato dal Coordinamento l’anno scorso durante numerosi incontri aperti alla cittadinanza: sarebbe un bel risultato del Tavolo, come prima tappa del confronto, approvare un regolamento che ognuno possa difendere e far rispettare perché profondamente condiviso. Un esempio per tutti è la questione cani e soprattutto cacche di cani: è difficile far capire ai padroni che è necessario tenere il parco pulito, perché ovviamente lo spazio aperto è anche un momento ricreativo per i cani; sarebbe importante fare ognuno la sua parte e invitare quantomeno all’utilizzo delle palette.

Grazia Pagetta_CPSV: convinta della enorme potenzialità del Tavolo e soprattutto dell’unicità di questa prima riunione in cui si è riusciti finalmente a tenere insieme tutti (istituzioni, cittadini e lavoratori), evidenzia che negli anni un problema mai risolto è la comunicazione tra istituzioni, associazioni e lavoratori addetti sul posto. Si ritiene necessario, per una buona riuscita delle attività che di volta in volta vengono proposte nel parco, il passaggio di informazioni scritte in tempi adeguati (almeno 5 giorni lavorativi) anche agli addetti del personale giardinieri e guardiani. Su proposta del dott. Ciancio si decide di provare a tenere una cartellina delle attività del parco Ventaglieri (e parco Viviani) per le comunicazioni al personale presso la II Municipalità.

Ciro Toriello_CPSV: propone di attivare uno spazio al chiuso nella parte bassa del parco (per es. gli spogliatoi) per laboratori con i ragazzi, in modo da migliorare le condizioni del luogo a partire dalla presenza attiva e costante.

Si procede alla consegna degli attestati di partecipazione al seminario di formazione su Compost e funzionamento del Biotrituratore al personale giardiniere da parte del Presidente della IIMunicipalità.

Il prossimo incontro del Tavolo è fissato per il giorno 7 marzo ore 13.30 al parco Ventaglieri.

Verbale a cura di Grazia Pagetta del Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri

 

Il Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri ad oggi è costituito da: associazione di cittadinanza attiva ForumTarsia,  Centro Comunale EtaBeta, Centro di Educativa Territoriale Fabozzi, associazione di promozione sociale MAMMAmà.

 
 
     
   

 

 
     
     

home  | inizio pagina  | webmaster