home  |  il parco ventaglieri  |  come raggiungerlo  |  mappa  |   storia del parco sociale  |  le cose fatte e dette  |   pratiche participative

tavolo di gestione  teatro nel verde  |  il carnevale a montesanto  |  le piazze dell'economia solidale  |  la cittadella dei bambini   | video  |  link  |  contatti

       
     
   

 

 
     
     
   

 

fare scuola nel parco

 
 

 

 
 

 

Una proposta educativa e didattica del Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri rivolta alle scuole del quartiere

 

 Condividi

 
 
 
 
 

 

 

IL VERDE E LA CITTA’ - Uno dei tanti paradossi della nostra città  è quello di possedere pochissimi spazi verdi fra cui solo alcuni, soprattutto nei giorni festivi, vengono utilizzati in massa dalla cittadinanza: la Villa Comunale, il Parco di Capodimonte, la Floridiana, il Virgiliano... I rimanenti spazi, decentrati nei varii quartieri, piuttosto che essere “presi d’assalto” dai cittadini, soprattutto di giovane età, sono frequentati poco e “vissuti” ancor meno; di fatto viene preferito al verde e alla tranquillità, la strada, vissuta magari “pericolosamente”,  a cavallo di motorini rumorosi e inquinanti…: è il caso dei parchi presenti nel nostro quartiere (Parco Ventaglieri, Parco Viviani, Parco dei Quartieri Spagnoli) che per la maggior parte della giornata si presentano per lo più deserti.

Le ragioni di questa disaffezione per il verde possono essere ricercate di volta in volta in motivi di ordine strutturale (vegetazione insufficiente, mancanza di attrezzature ludiche e sportive), o di ordine organizzativo (carenza di guardianie efficaci, ampie zone di verde chiuse, orari di apertura limitati) e, in ultimo ma non per ultimo, nei “soliti” problemi di sicurezza (frequentazioni non sempre rassicuranti).

Importante è perciò il ruolo che le associazioni di “cittadinanza attiva” e la scuola, insieme con le altre forze presenti sul territorio e con le Istituzioni, possono svolgere prima di tutto  per garantire tutte le condizioni ottimali di fruizione del verde e quindi per affermare una nuova cultura ambientale e di uso degli spazi della città.

IL COORDINAMENTO PARCO SOCIALE VENTAGLIERI – La recente apertura della parte bassa del Parco Ventaglieri, aperto custodito e chiuso dal personale della Napoli Servizi, è il risultato dell’attivazione delle varie forze associative e culturali presenti sul territorio che con caparbietà hanno lottato in questi anni per garantire ai bambini e ai ragazzi del quartiere una piccola area attrezzata per i giochi e un campetto sportivo, oltre a uno spazio alberato destinato tra l’altro ad eventi spettacolari. A questo si aggiunge naturalmente la parte alta del Parco con  i suoi suggestivi percorsi panoramici e con il suo bellissimo anfiteatro.

Per volontà condivisa anche dall’Assessorato all’Ambiente del Comune di Napoli, si è venuto a formare nello scorso mese di aprile un Comitato di Gestione del Parco di cui è parte il Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri, cui aderiscono il Centro Giovani Eta Beta, il Progetto Sociale Chance, il DAMM-Zone Multiple Autogestite, le associazioni Bereshit, Luigi Crisconio, La Nuova Immagine. il Trifoglio,  le coop. sociale Aleph Service,  il Forum Tarsia, il Corso di Riqualificazione Urbana dell’Università Federico II e il progetto Laboratori Educativa Territoriale della Fondazione Fabozzi. L’obiettivo comune del Coordinamento è quello di promuovere la riappropriazione del Parco da parte della cittadinanza e di progettare “dal basso” “la riqualificazione di uno spazio urbano attraverso pratiche partecipative e condivise”.  Uno dei suoi primi passi è stato quello di organizzare dei laboratori con i ragazzi del quartiere creando un Centro di aggregazione giovanile. E’ inoltre in costruzione uno sportello di Orientamento alla formazione pre e post III media.

Con la presenza di questo forte presidio associativo, si stanno perciò creando tutte le condizioni perché il Parco Ventaglieri diventi luogo di socializzazione e svago, centro di attività ricreative, sportive ed educative, aperto in primo luogo alle scuole.

UNA PROPOSTA ALLE SCUOLE DEL QUARTIERE – Il Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri auspica che nel prossimo anno scolastico 2006 – 2007 le scuole, prendendo atto delle nuove condizioni che si sono venute a creare,  possano progettare, all’interno delle loro programmazioni, percorsi didattici che prevedano l’utilizzo delle strutture del Parco, costruendo esperienze di scuola all’aperto. Nei primi giorni di settembre formalizzeremo alcune proposte di progetti in maniera più puntuale. Per il momento lasciamo alla riflessione “estiva” dei docenti una serie di spunti che potranno essere ulteriormente elaborati…

 

  • Adozione di uno spazio chiuso del Parco Ventaglieri. Lungo le scale che collegano la parte bassa con quella alta del Parco si trovano alcuni spazi verdi chiusi con cancelli che, gratuitamente, possono essere adottati da una classe o da gruppi di classe di una scuola. L’utilizzo potrà essere vario. Suggeriamo per il momento alcune semplici attività di Educazione ambientale che potranno essere portate avanti dai docenti di Scienze:

 §    Allestimento di aiuole

§    Piccole coltivazioni (basilico, piante, ecc)

      • Allestimento di una piccola serra
      • Allestimento di un piccolo orto biologico
      • Allevamento di lombrichi
      • Produzione di una piccola stazione di compostaggio (compost) con il riciclo di rifiuti organici
      • Semplice spazio destinato per lezioni all’aperto

 

  • Progettazione partecipata -  Esperienze laboratoriali di progettazione partecipata del Parco potranno avere luogo, insieme ad esperti, qualora nasca l’esigenza di una nuova organizzazione degli spazi o di nuovi arredi (panchine, fontanelle, lampioni, ecc.)  Obiettivo sarà quello di diffondere “buone pratiche” di cura della cosa pubblica, di manutenzione partecipata di questo  spazio verde vissuto come proprio patrimonio da tutti i bambini e i ragazzi del quartiere.

 

  • Progetto cartellonistica – Il Parco Ventaglieri è poco conosciuto dalla popolazione del Centro Storico, per cui vi è urgenza di “propagandare” l’esistenza di uno dei pochi spazi verdi attraverso una cartellonistica adeguata. Gli alunni delle scuole del Quartiere saranno chiamati, dopo aver visitato il Parco, a partecipare ad un concorso finalizzato alla produzione di una segnaletica adeguata.  Le scuole vincitrici saranno premiate con l’esposizione della cartellonistica prodotta nelle strade principali.

 

  • Educazione fisica all’aperto – Il campetto di calcio, montando l’apposita rete, può trasformarsi in campo di pallavolo. Abbiamo chiesto inoltre che nelle prossime settimane siano montati dei canestri. Le scuole potranno utilizzare del tutto gratuitamente la struttura, concordando gli orari con il Coordinamento. Sarà possibile inoltre organizzare tornei di calcetto e pallavolo.

 

Invitiamo per il momento tutte le scuole interessate a segnalare al Coordinamento Parco Sociale Ventaglieri dei nominativi di docenti referenti che cureranno nel corso del prossimo anno scolastico la comunicazione con il Coordinamento per la programmazione di tutte le attività che sarà possibile organizzare nel Parco.

 
 
     

home  | inizio pagina  | webmaster