home  |  il parco ventaglieri  |  come raggiungerlo  |  mappa  |   storia del parco sociale  |  le cose fatte e dette  |   pratiche participative

tavolo di gestione  teatro nel verde  |  il carnevale a montesanto  |  le piazze dell'economia solidale  |  la cittadella dei bambini   | video  |  link  |  contatti

       

 

 

 

 

     
   

 

la giostra degli elementi

 
 

 

 
 

 

I laboratori del IX Carnevale a Montesanto anche quest'anno si tengono ogni sabato mattina a Piazzetta Olivella

 
 
 
 
 
 

 

   
 

 

... ed anche quest'anno si parte con il IX Carnevale di Montesanto Ci vediamo tutti i sabato mattina piazzetta Olivella (fermata di Montesanto della Metro 2) ore 10.00. Portate forbici, cartoni, carta, colori, pennelli, idee, bambini, nonni e voi. I laboratori di carnevale inizieranno sabato 25 gen 2014 e proseguiranno ogni sabato dalle 10.00 alle 13.30. All'interno dei laboratori ci saranno i seguenti spettacoli: 1 febb - Aria Spettacolo Conte Bollicin 8 febb - Terra Performance di Marie Therese Sitzia 15 febb - Fuoco Mondsonne e la Chimera spettacolo di e con Luca Mondsonne, incantatore di fiamme 22 febb - Acqua Spettacolo di Guarattelle con Irene Vecchia 1 marzo - Aria Terra Fuoco Acqua Elements of Life, uno spettacolo di Rosaria Castiglione Coordinamento Parco_Sociale_Ventaglieri Info: francesco 328 2018901, gabriella 329 0961366

 

"LA GIOSTRA DEGLI ELEMENTI" - IL RACCONTO...


Frammento primo.

Nel mondo alla rovescia sono passati oltre 4000 anni dai tempi della Grande Battaglia contro il Leviatano. Al termine di quello scontro il mondo venne rovesciato.

Nel “Mondo alla Rovescia” tutto iniziò nuovamente a funzionare secondo natura...secoli di armonia, abbondanza e serenità succedettero all'epoca oscura conosciuta come i “Tempi del Mondo Normale”.

Le moltitudini dei folli sparsi nell'orbe terracqueo, una volta rovesciato il mondo, si riunirono in una unica grande comunità nella quale regnava l'uguaglianza, la condivisione e la solidarietà.

Per loro la vita era il fondamento e la ragione dell'esistenza. I Folli decisero di suddividersi in quattro tribù, ognuna delle quali era impegnata a curare uno degli aspetti necessari al benessere e alla propagazione della vita stessa:

- la Tribù della Terra, sulla quale tutto trovava equilibrio;

- la Tribù dell'Aria, che infondeva il soffio vitale;

- la Tribù dell'Acqua, fonte di nutrimento e cure per ogni vivente;

- la Tribù del Fuoco, che realizzava il passaggio dal vecchio al nuovo.

Un grande equilibrio regnava e tutto volgeva per il meglio, fino a che...

Frammento secondo.

Mondo alla Rovescia, Anno 4102 dal Rovesciamento del Mondo.

Sono ormai alcuni mesi che stanno accadendo delle cose strane e terribili, sto sfogliando le “Cronache del Mondo alla Rovescia”, ma non trovo in merito alcun avvenimento neanche lontanamente paragonabile a quanto mi è capitato di vedere con questi stessi miei occhi, né riesco a spiegarmi come e perché tutto questo possa accadere.

Non posso fare altro che descrivere alcuni episodi rispetto ai quali io stessa stento ancora a credere...

Ho veduto alcuni membri delle Tribù dell'Aria, della Terra e del Fuoco riunirsi per esigere i servigi del Folli dell'Acqua... Mi sono trovata nel bel mezzo di un litigio: l'Acqua voleva spegnere il Fuoco e la Terra voleva soffocare l'Aria...

Ho l'impressione che una logica malvagia si stia facendo largo tra di noi, e solo cercando nel passato sono riuscita a trovare dei termini che potessero descrivere questa novità.

Da principio, infatti, non sapevo di cosa si trattasse, ma poi, leggendo gli “Annali del Tempo del Mondo Normale” ho capito che, prima della sconfitta del Leviatano erano molto diffusi sentimenti negativi e definiti... “normali”.

Credo che il Mondo alla Rovescia, per come lo abbiamo conosciuto, sia in grave pericolo. Temo che se le cose dovessero continuare in questo modo, il Mondo tornerebbe a raddrizzarsi ed allora tutti noi saremo nuovamente condannati a vivere una vita triste e normale.

Le cose cambiano in fretta...le tensioni si accumulano, ho la sensazione che stia per accadere qualcosa...

La cosa che più mi spaventa è che io non riesca a capire come e perché, nel Mondo alla Rovescia, si possano diffondere schegge di “normalità”!

Città di ilopaN, 11 oianneg, 4102

Alla rovescia

Atlaua, della Tribù dell'Acqua

Frammento terzo.

Mondo alla Rovescia, anno 4102 dalla Cacciata del Leviatano.

Questa notte mi è apparsa in sogno Mania, la "Dea della Morte e del Cambiamento delle Stagioni", e mi ha rivelato che il giorno di “ìdetraM ossarG”, il 4 marzo 4102, per le strade di ilopaN, avrà luogo in nuovo EL-AVEN-RAC!

È giunto il momento che le Tribù El-emen-tari si preparino...

Città di ilopaN, 21 oianneg, 4102

Alla rovescia

Atlaua, della Tribù dell'Acqua





Frammento quarto.

Mondo alla Rovescia, Anno 4102 dalla Cacciata del Leviatano

Narrano le cronache antiche che un tempo il mondo era “normale”, la normalità era governata dal Re Gime Leviatano che aveva quattro fidati Ser Vili: Potere, Malvagità, Oppressione e Miseria. Erano tempi di orrore e tristezza...

Poi venne il giorno della grande battaglia, l'EL-AVEN-RAC che nel linguaggio dei Folli significa “giorno in cui l'impossibile può accadere”. Vi fu una grandiosa battaglia del popolo dei Folli: il Leviatano venne sconfitto ed il mondo tornò finalmente nella sua posizione naturale: "alla rovescia"!

Dopo tanto tempo, un nuovo EL-AVEN-RAC sta per giungere, il sogno che ho fatto l'altra notte è una premonizione! Ne ho parlato con gli altri della mia tribù, abbiamo deciso di iniziare a prepararci...

Città di ilopaN, 42 oianneg, 4102

Alla rovescia

Atlaua, della Tribù dell'Acqua

 

Frammento quinto.

Le tribù El-emen-tari, come colte da un'improvviso contagio, hanno iniziato a radunarsi e a prepararsi per qualcosa di grande che non sanno nemmeno loro bene che cosa sia, ma che sicuramente cambierà le sorti della Storia, forse un nuovo EL-AVEN-RAC.

Tra le tribù accadono con sempre maggiore frequenza episodi “normali”: con il passare del tempo molti folli diventano sempre più irascibili, aggressivi e prepotenti. Le tribù iniziano a bisticciare tra di loro per degli scherzi...che non fanno ridere!!!

Le tribù El-emen-tari hanno eletto dei saggi, due saggi ognuna, come la tradizione vuole. I saggi sono due perché così devono essere per forza d'accordo per prendere una decisione, altrimenti, nulla. (Nel “mondo normale” si sarebbe obiettato che questa è una struttura gerarchica poco efficace... ma i Folli, sebbene ultimamente si stiano comportando in modo moooolto strano, non conoscono né il significato della parola “gerarchia” né tanto meno si pongono il problema di essere più “efficaci” di quanto le cose stesse richiedano!).

Le tribù che già hanno, da sempre, i colori che la Grande Madre ha loro affidato, verde per la Terra, blu per l'Acqua, bianco per l'Aria e rosso per il Fuoco, vogliono ora distinguersi sempre più le une dalle altre e da qualche giorno hanno iniziato a costruire totem, idoli, simboli e altri oggetti dalla funzione piuttosto oscura...


Frammento sesto.

I primi a raccogliersi sono stati gli El-emen-tari dell'Aria, dai quattro picchi del mondo sconosciuto hanno aperto il loro soffio vitale sulla Piazza dell'Olivella, scelta dalle tribù come luogo di raccolta e preparazione... Anche ai-zarG e altri avevano avuto la stessa premonizione.

Ormai la notizia che un nuovo EL-AVEN-RAC sta arrivando si è diffusa...

Nel raduno di Piazza Olivella, uno dei luoghi più sacri e magici del Mondo alla Rovescia, le tribù sono arrivate pensando di essere le uniche ad avere sentito il bisogno di convergere sulla Magica Piazza...ma ora, sorprese di trovare quel luogo occupato anche dalle altre, si sono radunate in posizioni differenti. Si scambiano sguardi di sfida pronte a tutto...

Gian Fiammino, del Fuoco, prende la parola e propone che le tribù impegnino quella piazza a turno, perché tutte sentono la necessità di prepararsi al Grande Evento e, sebbene nell'ultimo periodo le cose tra loro non vadano poi così bene, non rispettare tale desiderio sarebbe stato troppo “normale”.

Ser Gìo – l'unico a far parte di tutte e quattro le tribù e di nessuna al tempo stesso - propone di stipulare una tregua ai loro terribili scherzi (ma perchè poi stavano diventando ogni giorno più cattivi???)...e così, tutti convengono che il “Giorno della Preparazione” nessuno disturbi la tribù che occupa la Magica Piazza.

attefuP dell'Acqua propone che i primi ad occupare la Magica Piazza, debbano essere gli El-emen-tari dell'Aria, in quanto sono stati i primi ad entrare in azione. A seguire, secondo l’ordine di arrivo, i Folli dell Terra, del Fuoco ed infine, quelli dell'Acqua (è tipico alla rovescia che chi interviene per primo, nelle sue proposte, favorisca innanzitutto gli altri e solo per ultimo sé stesso!).

Così il giorno otabaS 1 oiarbbeF 4102 (otabaS è l'unico giorno nel quale, nel Mondo alla Rovescia, ci si dedica agli impegni) gli El-emen-tari dell'Aria si raduneranno.

Sarà il Conte Bollicin ad illustrare il piano di non-azione che l'Aria seguirà per prepararsi al Grande Giorno dell'EL-AVEN-RAC...



Frammento settimo.

Mondo alla Rovescia, anno 4102, mese di oiarbbeF

idetraM ossarG si sta avvicinando...ormai manca meno di un mese e la vita di tutti noi è profondamente cambiata. I giochi, la gioia e la serenità di un tempo sembrano essere svaniti, ovunque ci sono Folli che corrono da tutte le parti, le tribù sembrano non sopportarsi più a vicenda e ci sono alcuni che parlano di odio e di rabbia, discorsi che sembrano quasi...normali.

Per fortuna la tregua di Piazza Olivella regge...e così le tribù continuano a prepararsi al grande evento.

In questi giorni ho potuto girare per osservare come i Folli si stessero preparando all'EL-AVEN-RAC

Al raduno dell'aria il Conte Bollicin ha insegnato ha insegnato a produrre delle spettacolari bolle d'aria, così grandi che sarebbero capaci di catturare centinaia di Folli in una volta sola per sollevarli e trasportarli lontano, magari in un luogo sicuro. Le nostre armi, infatti, hanno sempre l'effetto di proteggere le persone contro le quali sono usate!

C'era un Folle di nome Salvatore il Serio, ma precisissimo...un gruppo di piccoline venute direttamente dalla Terra delle Fate con i loro lunghi grembiuli bianchi, mentre a 4 a 4 i più piccolini si mettevano a disegnare assieme per fare prima...e poi Mariano, il più pigro di tutti, ed infatti lavora come dieci Normali...Domenico, che è così stanco che può lavorare un mese intero senza mai riposarsi...Emanuele con i piedi a forma di ruota di motorino...

La Magica Piazza sembra un’officina con centinaia di tavoli attorno ai quali i Folli stanno tutti indaffarati con i loro preparativi.

Abbiamo potuto parlare anche con degli Scalzabandi. Gli scalzabandi sono folli di un genere speciale. Pur essendo divisi nelle tribù, sono tra loro uniti dal fluido della Magia Musicale che li accomuna, nel Mondo alla Rovescia rappresentano sia le caratteristiche di ogni tribù, ma anche l'essenza primordiale che le accomuna rendendole inscindibili...pare che anche loro stiano preparando un grande “Incanto Musicale”.

Gli El-emen-tari del Fuoco stanno invece preparando una grande quantità di “Dardi del Rinnovamento”: palle di fuoco con code di follia capaci di rinnovare, donando nuova vita, tutto quello che toccano. Stanno anche preparando delle misteriose “Canne di Cannuccia” con in cima animali del cielo, del mare e della terra... e “Cuori Rossi”... tantissimi cuori rossi.

Noi El-emen-tari della Terra...domani sarà il nostro turno di occupare la piazza!!!

Prepareremo miliardi di “Bombe di Semi”...il Grande Evento non ci coglierà impreparati! Abbiamo anche chiamato la sacerdotessa Sitzia che, nel cuore della piazza, invocherà la Grande Madre Terra.

Città di ilopaN, 7 oiarbbeF, 4102

Alla rovescia,

Gabbbbiellini che ha smarrito la erre e

anailuiG che ha trovato chiavi dei magazzini


Frammento ottavo.

Ciò che succede a ilopaN, naturalmente, sta avvenendo anche nel resto del Mondo alla Rovescia.

Non solo Piazza Olivella è diventata luogo di confronto e organizzazione, di preparazione al grande EL-AVEN-RAC, ma anche anche Piazza Insieme Si Può alla SanitàVia dei So Cavoli Nostri a Materdei, Monte della Campania Felix... Ovvero Munnezza Mezza Bellezza a Giuliano, Viale degli Assolti e Condannati (produzioni dal basso e protezioni dall'alto) a Scampia e poi Corte della Resilienza a Barra e il Mercato di Grande Napoli fino a Corso M.A.R.E (Mo Amma Ripiglià l'Ecosistema) al Centro Storico e Via 'e murì tu ai Quartieri Spagnoli.

E mentre la città di ilopaN freme, il resto del Mondo alla Rovescia non sta certo ad aspettare!

Dalle terre del profondo Sud, dove i folli, in prevalenza neri, vivevano felici in terre rigogliose e fertili...alle Americhe del Sud che, a partire da Janeiro del Rio, riempivano di musica e danze l'intero continente...all’Estremo Est dove i folli dagli occhi a mandorla di ChinoPe ridevano e giocavano per tutto il giorno con i loro dragoni variopinti...fino alla vicina città di aizeneV con i suoi centenari abiti sontuosi...e al vicinissimo villaggio di MaranoMonte dove i folli da tempo immemore si scatenavano in danze circolari...insomma, in tutto il Mondo alla Rovescia, dove per millenni la vita è trascorsa in uguaglianza e armonia, all'improvviso hanno iniziato a farsi largo i dispetti cattivi, l’ostilità, la voglia di sottomettere gli altri...

Allora i Folli si stanno preparando per sospetto, per paura, perché non sanno cos'altro fare... ma si preparano.

Una domanda rimane insoluta...e se la grande maggioranza dei Folli è troppo indaffarata e presa dal trambusto per affrontare la questione, alcuni hanno una sola parola che rimbomba nella testa...una delle parole più potenti che esistano: “Perché?”

 



Frammento nono.

Mondo alla Rovescia,

Sabato prossimo toccherà a noi della Tribù del Fuoco occupare la Magica Piazza Olivella, così oggi sono andato a fare una perlustrazione di nascosto ed ho visto delle cose sorprendenti. Pioveva e Gli El-emen-tari della Terra erano tutti infangati, la loro giornata stava per fallire ed io ero molto contento, perchè da un po' di tempo quelli della Terra mi stanno proprio antipatici...ma poi è successa una cosa che non mi aspettavo!

Sono arrivati alcuni della Tribù dell'Aria e hanno iniziato a dipingere degli Esseri dell'Aria che prendevano vita dal colore, poi hanno iniziato a fare migliaia di aeroplanini di carta e grazie alle loro girandole, li hanno fatti decollare in cielo. Gli aeroplanini hanno portato via le nubi, allora, ben presto, il suolo si è asciugato e gli Operai della Terra (perchè qui nel Mondo alla Rovescia, quando lavoriamo, tutti siamo operai!) hanno iniziato a darsi da fare!

Salvatore, Pirata di Terra, prima ha ringraziato i loro amici dell'Aria e poi ha dato il via, con gli altri, alla fabbricazione di miliardi e miliardi di Bombe di Semi. Le Bombe di Semi sono armi potentissime: sono formate da piccolissimi semini della vita custoditi all'interno di un piccolo globo di Madre Terra, hanno il potere di far crescere fiori e piante ovunque vengano gettate. Sono fortissime!

Poi, quando le piante appassiscono, arriviamo noi del Fuoco e trasformiamo le piante morte in nuova sostanza vitale per la Terra...ma questa è un'altra faccenda.

Stavo dicendo che, sebbene continuino a starmi molto antipatici, gli Operai della Terra, mentre lavoravano, erano bellissimi. Pieni di fango dai piedi alla testa, avevano tutti delle casacche gialle che brillavano al sole e lavoravano insieme attorno ad enormi tavoli, gialli anch'essi. Alcuni, particolarmente astuti, per non far riconoscere le Bombe, le modellavano con sembianze di Animali di Terra.

Ogni cinque minuti, poi, MastrEzio faceva spostare i tavoli gialli perché i semi, prima di venire ricoperti, non dovevano avere il tempo di mettere radice.

Ad un certo punto è arrivata Mamma Gessetto che ha distribuito gessi colorati a tutti, in pochi minuti l'intera piazza è diventata tutta variopinta.

Alla fine, quando i lavori erano terminati, è apparsa Sizia, una delle Fate della Madre Terra. La Fata si è complimentata con loro per il grande lavoro svolto, poi ha fatto dono della vitalità alle Bombe appena create e infine, prima di andarsene, ha fatto sì che nella piazza germogliassero fiori di tutti i colori.

Prima di tornarmene a casa, sono passato a dare una sbirciatina al laboratorio della ZziBoFFa e ho visto che lì dentro ci stavano decine di piccoli Folli intenti a compilare le “Cronache del Mondo alla Rovescia verso il grande EL-AVEN-RAC”. Non sono riuscito a vedere bene, ma penso che stiano scrivendo ed illustrando tutto quello che accade in questi giorni febbrili, e posso essere sicuro che di roba da scrivere ce n'è, eccome!

Ilopan, 8 oiarbbeF, 4102

Follemente,

Fla-Testa-Brillante, della Tribù del Fuoco.”

 

Frammento decimo.

Il giorno 51 oiarbbeF gli El-emen-tari del Fuoco si sono riuniti nella Magica Piazza. Ci sono stati dei problemi perché, a causa del loro ardore, fanno sempre molta confusione...

Le centinaia di Folli Operai che si sono presentati hanno iniziato a dipingere ovunque con le loro lingue di fuoco e i pochi che cercavano di organizzare avevano un gran daffare: troppo difficile tenerli a bada!

Il grande calore emanato procurava a tutti una grandissima sete di colore. Nel frattempo ReAnd intrecciava le teste dei Dardi e MastrEzio cercava di calmare tutti quanti offrendo loro enormi tazze di caffè cocente dove intingere biscotti e sorrisi.

Ad un certo punto, mentre erano tutti all’opera, è comparso Mondsone, l'incantatore di fiamme, con la Chimera: i suoi bastoni incendiati trasformavano il vecchio in nuovo ad ogni tocco e tutto procedeva per il meglio.

Alla fine della giornata i Drappi di Fuoco erano stesi ad asciugarsi intorno alla Piazza...macchie rosse ovunque...gli Operai ricoperti di colori e fiamme dai piedi alla testa.

Per concludere, i Gentilissimi Custodi del Metrò – simpatici personaggi in divisa dediti a custodire la Piazza - hanno aperto i loro depositi dove permettono alle Tribù di conservare i loro manufatti.

E’ stata unana giornata davvero infuocata!

 

Frammento undicesimo.

“Cronache della Tribù dell'Acqua: 22 oiarbbeF 4102

È il Giorno dell'Acqua e, come prevedibile, piove a scatafascio! La Piazza si è trasformata in un grande lago...

Costruiamo la nostra flotta di Barche-alla-Rovescia-che-si-riempiono-d'acqua-e-si-portano-sulla-testa. Costruire le Barche è stata una vera impresa: un laborioso gruppo di El-emen-tari dell'Acqua ha dovuto lavorare per giorni e trovare il giusto incantesimo affinché la carta bagnata non si rompesse e la vernice si asciugasse anche sott'acqua.
“Le nostre barche non faranno acqua da nessuna parte!!!” urla di tanto in tanto angoraK con la sua poderosa voce per incoraggiare i Folli.

Decoriamo tutto il lago con disegni acquatici mentre alcuni preparano un Fiume da trasporto che sarà con noi il giorno del grande EL-AVEN-RAC. Alcuni altri, guidati da Pet, preparano un mare di Pesci Volanti.

Più che un'organizzazione, il lavorìo degli Operai dell'Acqua appare come un fiume in piena!!!

Siamo ormai alla fine della giornata...si sta facendo buio...allora Luna è salita nel cielo giusto in tempo per illuminare Irene-la-Vecchia, un’ ammaestratrice di guarettelle acquatiche, che con le sue simpatiche creature si è immersa nel lago per farci vivere nuovamente la magia dell'Acqua, fonte di nutrimento e vita per ogni vivente.

Così andiamo tutti a riposare...stanchi ma orgogliosi!

Mamma DanaLore
della Tribù dell'Acqua”

 

Frammento ultimo

OtabaS 1 ozraM è l'ultimo giorno di lavoro, prima del Grande EL-AVEN-RAC.
I folli hanno concordato di incontrarsi tutti insieme nella Magica Piazza, ma gli El-Em-Enti Naturali li hanno anticipati scatenandosi a loro volta: Vento, Pioggia, Fulmini e Fango hanno completamente trasformato la Piazza!

I Folli riuniti, sballottati dagli El-Em-Enti Naturali, hanno prima litigato per 6 ore parlando tutti insieme contemporaneamente, poi...all'improvviso si sono resi conto che c'era qualcosa di strano e sulla Piazza è calato il silenzio...

Intanto, Carminiello il Giornalaio assisteva attonito a quanto stava accadendo...

Il tempo si è rasserenato! Si udiva solamente il fruscio dei mantelli che gli El-emen-tari avevano appoggiato sugli Appendiabiti Invisibili da Piazza.
La piccola Alice della Terra ha smesso di piangere, aveva capito che stava per accadere qualcosa e un sorriso misterioso le si è dipinto in volto.

Erano tutti immobili, stravolti un po' per l'intenso lavoro di quei giorni e un po' per quell'immensa confusione; indecisi se azzuffarsi subito...o dopo.

In un simile momento di sospensione...DericoFe girava per la piazza con gli occhi pieni di meraviglia: osservava quanto il Mondo alla Rovescia fosse stupendo ed era felice. Ad un tratto CaLù ha iniziato a battere le sue grandi mani e ad ogni battito fluttuavano centinaia di bolle, mentre EloneManu si è messo a rincorrere le bolle andando ad urtare il Vecchio George che, traballando, è scoppiato in una mite risata.
Nel tempo in cui tutti i Folli si agitano e sembrano voler tornare alla “normalità”, solo loro, i Foll-Eletti, mantengono il primordiale Stato di Armonia proprio del Mondo alla Rovescia.

Intanto che si insinuava in ognuno il dubbio che c’è qualcosa di strano negli eventi dell’ultimo periodo...AzziChiur della Tribù dell'Aria è esploso in uno dei suoi micidiali Starnuti Distruttivi...e dalla tromba d’aria creata...è comparsa la Maga Rosaria.

Rosaria racconta le Storie, e ha iniziato a narrare di come gli El-Em-Enti, nella loro reciproca armonia, generano il benessere e la propagazione della Vita...di come avvenne un tempo lontano che i Folli riuscirono a sconfiggere il Leviatano e a rovesciare il Mondo...di come sia felice la Vita del Mondo alla Rovescia. I Folli stanno dimenticando queste cose importantissime...ma ora erano tutti rapiti ad ascoltare della vita bella che ultimamente le continue liti stanno guastando.

Gli Animali El-emen-tari, in equilibrio sulle loro bacchette, giravano allegramente per la Piazza.

Finito il racconto, i Folli, guidati dalla musica di BertoAl che suona tutti gli strumenti, si sono allora diretti nella Casa di Marianna, la protettrice di ilopaN. Qui hanno ultimato i loro lavori: Barche-alla-Rovescia, Aerei di Carta, Dardi del Rinnovamento, Bombe di Semi...e poi anche i lunghissimi mantelli che i saggi di ogni Tribù indosseranno il giorno del grande EL-AVEN-RAC.

Mentre lavoravano, gli Operai delle Tribù, diventavano ad ogni minuto più piccoli...come Gabbbbiellini e anailuiG che sono ritornate ad essere le bambine dai grembiulini bianchi che erano un tempo e con le loro manine hanno intrecciato i Dardi del Rinnovamento. Ma quelli che già erano piccoli, come Ciro, Antonio e Mariano, sono invece diventati sempre più grandi e con le loro manone sono riusciti a fare un sacco di cose, sempre più importanti.

Alla fine, tanto che si è rimpicciolito, un Folle alto non più di 20 centimetri ha sollevato un nuovo stendardo, carico di significato e speranza. I Quattro El-Em-Enti vi sono figurati nella loro armonica unione: l'acqua sotto e l'aria sopra, al centro la terra e il fuoco.

Adesso il Mondo alla Rovescia è pronto per l’EL-AVEN-RAC!!!

LO STORICO GIORNO È ORMAI PROSSIMO...
TUTTI I FOLLI SONO CHIAMATI A RIUNIRSI NELLA PARTE ALTA DEL PARCO VENTAGLIERI DOPO IL BANCHETTO DI METÀ GIONATA...PER DARE VITA E AL GRANDE EL-AVEN-RAC!


 

 

 

 

 

home  | inizio pagina  | webmaster